IL FESTIVAL

Cannes chiama, la Toscana risponde: se sulla Croisette si è appena concluso un nuovo festival dedicato alla serialità, dal 22 al 24 giugno si terrà in Maremma la prima edizione di FuoriSerie, un nuovo appuntamento che tra Orbetello, Grosseto e la storica Azienda agricola La Parrina ospiterà anteprime, incontri, mostre dedicate a un fenomeno che sta ridisegnando i confini del racconto per immagini. Un boom, quello della serialità televisiva, misurabile tanto nell'aumento costante dell'offerta quanto nella capacità di dialogare con un pubblico sempre più ampio ma anche esigente e appassionato.

 

FuoriSerie vuole indagare questo mondo in ebollizione con un occhio di riguardo al "made in Italy" che sta conquistando le platee internazionali, rivolgendosi tanto agli addetti ai lavori quanto ai semplici appassionati. Spazio dunque a proiezioni, incontri, riflessioni, capaci di raccontare un universo in piena rivoluzione: i soggetti (broadcaster, piattaforme, grandi network) a caccia di talenti e contenuti, le figure professionali emergenti (in primis lo showrunner), la contaminazione di generi e formati che sta cambiando profondamente le abitudini degli spettatori, il dialogo tra la nuova serialità e le forme di racconto che l'hanno preceduta (dalla letteratura al cinema, dal giornalismo al fumetto).

 

Diretto dall’avvocato esperto in diritto d’autore Giuliana Aliberti e dal critico cinematografico Fabio Ferzetti, FuoriSerie è realizzato con la partecipazione del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, della Scuola di Cinema Gian Maria Volontè, dell’Università La Sapienza di Roma Dipartimento Arti e Scienze dello Spettacolo, in collaborazione con MIUR Direzione Generale per lo Studente e in collaborazione con Associazione Produttori Televisivi (APT), con Premio Solinas, con Toscana Film Commission e con Toscana Promozione Turistica. Con la partecipazione di TIMVISION, di Aeroporto Civile della Maremma, di Antica Fattoria La Parrina e di Euro Forum Comunicazione. Con la media partnership di Rai Fiction. Con la partecipazione di Film Commission Regione Campania. FuoriSerie è patrocinato dai Comuni di Grosseto e di Orbetello. Si ringrazia Edison per la collaborazione.

 

22-24 GIUGNO

VENERDI'22 GIUGNO
ORE 16:00

Grandi scrittori, piccoli schermi. Incontri virtuali con due padri della serialità italiana/1.
 Videointervista a Andrea Camilleri a cura di Felice Laudadio. Una produzione Centro Sperimentale di Cinematografia.

ORE 17:00

“Romanzo famigliare”. Francesca Archibugi dal cinema alle serie tv.

La celebre regista de "Gli sdraiati" analizza e commenta la sua prima serie originale per la tv. Con Francesca Archibugi, la sceneggiatrice Elena Bucaccio, il produttore Lorenzo Mieli.

ORE 18:30

La mafia uccide solo d’estate. Quando la serie nasce da un film.

Storia collettiva e memoria famigliare. Il lavoro di squadra, davanti e dietro alla macchina da presa. Incontro con il regista Luca Ribuoli, gli autori Stefano Bises, Michele Pellegrini.

ORE 19:30

Anteprima di "Flash"

Presentazione e proiezione in anteprima assoluta di “Flash”, pilota della serie che ha vinto la prima edizione del Premio Solinas Experimenta Serie. Prodotto da Raifiction e dal

Solinas. Partecipano il produttore Rai Leonardo Ferrara, la produttrice Anna Maria Granatello, il regista Valerio Vestoso, e il cast Massimiliano Gallo, Roberto De Francesco, Emanuela Fanelli.


Consegna del primo “Premio Parrina” per lo sviluppo della serie “Flash”.

ORE 22:30

Anteprima nazionale di "SMILF"
Anteprima nazionale delle prime due puntate di "SMILF", una irriverente serie Usa scritta, interpretata, prodotta e diretta dall’autrice-rivelazione Frankie Shaw. Per gentile concessione di Sky.

SABATO 23 GIUGNO
ORE 16:00

Grandi scrittori, piccoli schermi. Incontri virtuali con due padri della serialità italiana/2.
Anteprima della videointervista a Giancarlo De Cataldo realizzata dagli allievi della Scuola d’Arte Cinematografica Gian Maria Volonté per “FuoriSerie”.

ORE 17:00

(Non) Smetto quando voglio.
Quando da un film nasce una miniserie per il grande schermo: Sydney Sibilia e il caso “Smetto quando voglio”. Dall’esordio alla trilogia: un nuovo modo di scrivere, dirigere e produrre. Con Sydney Sibilia, Matteo Rovere, Luigi Di Capua, e con Valerio Aprea, Paolo Calabresi e Pietro Sermonti.

ORE 18:00

Mattia Torre: da Boris a La Linea verticale
Omaggio a uno degli autori più versatili della nostra tv e a uno stile di lavoro rivoluzionario, tra satira e autobiografia. Con inediti dalla prima stagione di “Boris”e uno sguardo ravvicinato su una squadra diversa da tutte. Con Mattia Torre, Luca Vendruscolo, Lorenzo Mieli. E la partecipazione di Valerio Aprea, Ninni Bruschetta, Paolo Calabresi, Caterina Guzzanti, Andrea Sartoretti e Pietro Sermonti.

ORE 19:00

Papi, commissari e criminali.
Da Montalbano a Gomorra, da Young Pope a Romanzo criminale, le grandi serie italiane, le ragioni del loro successo nel mondo.

La nuova sfida rappresentata dall’entrata in campo di nuove piattaforme come TIMVISION e dei grandi gruppi internazionali come Netflix e Amazon, decisi a produrre in Italia e in italiano. E la fortuna di un prodotto dal forte sapore locale come la "toscanissima" serie "I delitti del BarLume". Con i produttori Carlo Degli Esposti, Lorenzo Mieli, Annamaria MorelliRiccardo Tozzi, gli autori Ludovico BessegatoStefano Bises, Salvatore De Mola, Giovanna GagliardoGloria Malatesta, Stefano Rulli, gli attori Alessandro BenvenutiAlessandro Borghi, Ennio Fantastichini, Lucia MascinoAlessandro Roja, Andrea Sartoretti, Greta Scarano.

ORE 20:00

“Ragazze elettriche”. Dal libro alla serie.
Il romanzo di Naomi Alderman da cui è stata tratta la serie "The Power".
Reading con Caterina Guzzanti, Ondina Quadri, Greta Scarano.

ORE 22:30

"SKAM Italia", dalla prima alla seconda stagione

Proiezione dell'ultimo episodio della rivoluzionaria serie teen. Alla presenza del regista Ludovico Bessegato e di alcuni membri del cast. 

DOMENICA 24 GIUGNO
ORE 11:00 - 19:00 sala video - proiezioni no stop

Quando le serie si chiamavano sceneggiati.
Storia e preistoria della serialità made in Italy. Omaggio ai pionieri e a una regione che è da sempre una miniera di paesaggi e suggestioni, la Maremma. Proiezioni da:
“La cittadella”, di Anton Giulio Majano, 1964. "Odissea", di Franco Rossi, 1968. “La famiglia Benvenuti” (seconda serie), di Alfredo Giannetti, 1968. “E le stelle stanno a guardare”, di
Anton Giulio Majano, 1972.

 

Replica delle videointerviste a Andrea Camilleri e Giancarlo De Cataldo.

Per tutta la durata del festival, sarà presente lo stand della Libreria Bastogi di Orbetello.

L'agriturismo Antica Fattoria la Parrina, sede dell'Evento, offre delle promozioni speciali in occasione del Festival:

E’ possibile pernottare presso l’agriturismo dell’Antica Fattoria la Parrina, con uno sconto dedicato del 10% per i visitatori del festival. Dal sito web www.parrina.it oppure prenotando allo 0564862636 semplicemente menzionando di essere avventori del Festival.

In più nei giorni 23 e 24 di giugno il bar della Piazzetta Parrina sarà aperto dalla mattina per tutti gli avventori con “Bevande, Snacks e Gelati” ed a pranzo al ristorante sarà servito il “Grand Buffet Parrina” a 20€ a persona con acqua ed un bicchiere di vino inclusi.

Sarà inoltre possibile pernottare presso Borgo Magliano Resort, Hotel in convenzione con il Festival:

Per prenotazioni nel periodo 20 / 25 giugno 2018 dal sito www.borgomaglianoresort.com inserendo il codice sconto FUSE2018.

Si potrà così beneficiare dello sconto del 10% sui prezzi ufficiali che garantiscono già un 10% di sconto rispetto a quelli pubblicati su Booking.com

Anche per le prenotazioni telefoniche sarà possibile comunicare il codice per avere lo sconto, ma deve essere comunicato al momento della prenotazione e non all’arrivo o alla partenza in hotel.

Tenuta la Parrina è una delle aziende agricole più antiche e affascinanti della Maremma Toscana, circondata da vigneti uliveti e frutteti, incorniciata in un territorio di rara bellezza: il Monte Argentario con i tomboli naturali di Giannella e Feniglia, separati dall’oasi della laguna di Orbetello. Dalla terra alle lagune, uno sguardo al mare e poi di nuovo alla terra.
Le coltivazioni comprendono un territorio di circa 200 ettari dei quali 60 sono destinati ai vigneti, 40 alla produzione frutticola, 20 a quella orticola, 22 agli uliveti e i restanti sono divisi tra terreno seminativo e coltivazione vivaistica.
Percorrendo il lungo viale di Eucalipti si giunge al cuore dell’azienda, una piazzetta protetta da maestosi Platani e circondata dagli edifici che oggi ospitano l’agriturismo, il ristorante, gli uffici aziendali e la piccola chiesetta ottocentesca. All’interno degli oltre cinquecento ettari aziendali si trovano la moderna cantina, il caseificio, il vivaio, tredici casali toscani e la riserva faunistica. Una realtà complessa e suggestiva, dall’elegante riserbo. Nata nel 1830 per volere del banchiere fiorentino Michele Giuntini, Tenuta La Parrina è guidata con profonda passione e dedizione dalla Dottoressa Marchesa Franca Spinola la quale dal 1979 promuove il rispetto per la biodiversità, la tutela e la valorizzazione di questo splendido territorio.
 
 

La prima edizione di Fuoriserie ospita il 22 giugno in anteprima FLASH. La serie approderà su Rai 3 venerdì 29 giugno in seconda serata e sarà on line su Rai Play dal 22 giugno alle ore 21.00. FLASH è il progetto che ha vinto il Premio Solinas - La Bottega delle webserie concorso/laboratorio creato da Rai Fiction e dal Premio Solinas per esplorare e sperimentare la narrazione dei nuovi formati di racconto seriale. Si tratta di una commedia che racconta le avventure di un gruppo di fotografi di cerimonie e vede nel cast Massimiliano Gallo, Fabrizio Falco, Giovanni Esposito, Roberto De Francesco. 

FLASH, prodotta da Leonardo Ferrara (Rai) e da Anna Maria Granatello e diretta Valerio Vestoso, riceverà il primo "Premio Parrina".

 

Sarà presentata inoltre durante il festival, in anteprima, SMILF, la nuova serie comedy prodotta da Showtime (per i clienti Sky sarà disponibile su NOW TV e Sky On Demand nella sezione Generation a partire dal 29 giugno).  In anteprima con i primi due episodi sabato 23 giugno, SMILF è stata creata, scritta, diretta ed interpretata dall’attrice Frankie Shaw e vede nel cast anche la presenza di uno degli storici volti della televisione americana come l’attrice, conduttrice e attivista per i diritti LGBT Rosie O’Donnell.

Basata sul cortometraggio omonimo premiato nel 2015 dalla giuria del Sundance Film Festival, SMILF racconta in maniera ironica e senza filtri le vicende di Bridgette, una giovane madre single di South Boston che cerca di districarsi tra i doveri della maternità e dell’essere genitori e i desideri che, come qualsiasi giovane, la animano: dalla voglia di avere una relazione, al sesso, all’ambizione di fare carriera. Bridgette inoltre deve fare i conti con una famiglia non convenzionale (fra cui sua madre, Tutu, interpretata da Rosie O’Donnell) e con il suo capo Ally (Connie Britton). Aldilà di tutto però c’è il desiderio di far avere una vita migliore a suo figlio Larry.

Frankie Shaw inoltre figura anche tra i produttori esecutivi della serie assieme agli sceneggiatori di The Office Lee Eisenberg e Gene Stupnitsky e a Michael London.

Oltre alla protagonista Frankie Shaw, a Rosie O’Donnell (When we rise, Amiche per sempre) nella parte di sua madre Tutu e a Connie Britton (American Crime Story, Nashville) in quella del suo capo Ally, nel cast di SMILF saranno presenti anche Miguel Gomez (Southpaw – L’ultima sfida) nella parte del padre del figlio di Bridgette, Rafi, Samara Weaving (Picnic at Hanging Rock) e Raven Goodwin (Glee, 30 Rock) saranno le amiche di Bridgette Nelson Rose ed Eliza.

 
 

+39 3274797936

  • FUORI SERIE - Festival

Con il patrocinio di

Comune di Grosseto

Comune di Orbetello

Main Partner

Media Partner

Partners

in collaborazione con